Fermo, al Convivio Arte e codici di comportamento per diventare “cardinali”

(articolo di Maurizio Verdenelli) – Il primo applauso, al ‘Capolinea Caffè’ di Fermo è stato per lui: Paolo Appoggetti, protagonista del ‘Trattato di Ferragosto’ (nella foto di copertina ndr). Una Triplice faticosa Alleanza che ha visto in questi recenti giorni di calura seduti ad un tavolo Soprintendenza, Amministrazione comunale e l’associazione ‘Convivio degli Artisti’ presieduta dal pediatra e chirurgo  professor Giuseppe Amici. Al quale in modo immaginifico è andato (come per Appoggetti) nella memoria del celebre mecenate fermano del ‘600 card. Azzolino, il titolo umanistico, artistico e virtuale offcourse, di ‘cardinale’ da parte del prof. Stefano Papetti, direttore della Pinacoteca civica di Ascoli Piceno e ‘pontifex maximus’ fra i critici d’arte.

Il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, e il direttore della Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno, Stefano Papetti

L’altro giorno, in particolare, ‘dominus’ del vernissage della Collettiva. Che inaugurata martedì resterà nei conquistati, prestigiosi non illimitati spazi delle Piccole Cisterne Romane, in piazza Calzecchi Onesti, fino al giorno 27  – orario d’apertura: ore 17-23.

Il ‘Trattato a Tre’ prevede un severo codice di comportamento e pari allestimento d’opere del Convivio fermano. Applausi per l’assessora alla Cultura Micol Lanzidei e il sindaco Paolo Calcinaro che a buona ragione ha rivendicato la posizione ferma dell’Istituzione a favore di ampia e corretta fruizione pubblica delle Piccole Cisterne. In contrasto a sterili, controproducenti, trascorse in genere politiche di ‘museificazione’.

L’affollata, gioiosa partecipazione alla ‘prima’ ha suggellato l’evento. Con al centro – dicevamo – l’ospite d’onore Papetti e le sue attese (temute) pagelle. Tutti promossi a pieni voti! Con note di merito per i progressi registrati dall’avv. sen. Luciano Magnalbo’. “Sorpresa tra le sorprese: lavori che ne trasmettono qualità di fotografo e regista” ha dichiarato Papetti rettificando precedenti recensioni sul notissimo avvocato, artista e scrittore. Il quale ha interpretato recenti fatti internazionali a cominciare da ‘Amore pandemico con potente anticorpo’.

Papetti con Luciano Magnalbo’

Tutti dunque promossi a pieni voti, pienissimi – ci e’ sembrato di capire – per Marisa Calisti,  l’avv. Norberto Dionisi – alla Wertmuller il titolo dato al dipinto principale esposto: Fantasie di paesaggio, un sogno esserci dentro. E per il ‘trono purpureo” (parole del critico) diviso a metà da Amici ed Appoggetti. Ecco l’elenco completo degli espositori: Giuseppe Amici, Marisa Calisti, Norberto Dionisi, Marcello Turra, Paolo Appoggetti, Francesca Ciaudano, Nadia Giacomini, Margherita Biruschi, Giancarlo Cuccu’, Luciano Magnalbo’, Placida Zummo Attanasio.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts