Ma perchè Vox e non i Popolari?

La domanda è legittima, dopo l’ennesimo intervento – stavolta da remoto – di Giorgia Meloni a un comizio di Vox. Ma perchè, avendo un Partido Popular che si avvia a vincere le elezioni il 23 luglio ed è già molto a destra, sostiene coloro che neanche al PP vedono di buon occhio per il loro radicalismo? Misteri della politica. O forse no. Il sostegno di Giorgia ai neo-franchisti, suggellato da espressioni affettuose come “Buenas tardes patriotas!” (come se gli altri partiti, PP compreso, volessero il male della Spagna), rivela le strategie molto variabili della leader di Fratelli d’Italia. 

“Sono molto contenta di contribuire con il mio messaggio alla campagna elettorale e ribadire la grande amicizia che unisce FdI e Vox”. Ancora, dopo che il suo celebre “soy una mujer, soy una madre” era stato gridato per le regionali andaluse appena un anno fa. Il bello è che la Meloni tutta questa convenienza mediatica a essere amicissima di Vox non ce l’ha, perchè il partito spagnolo (che peraltro vuole mettere al bando altri partiti a su gusto) mette in dubbio l’uguaglianza tra uomo e donna o almeno intende abrogare le leggi che sono state fatte in merito.

Perchè dunque Giorgia insiste su questa amistad? Per dire alla nuora perchè suocera intenda? Insomma, con tutti non si può andare. In merito ai diritti, c’è una differenza abissale tra conservatori e moderati europei e partiti come Vox appunto o AfD tedesco. Non ci possiamo permettere passi indietro nel tempo. A meno che Giorgia non voglia compattare tutti e prendersi in carico l’Europa. Ecco, questo potrebbe essere il vero obiettivo della premier.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts