Tutto per Santa Cecilia, patrona della Musica. Il programma pesarese

​”Mentre suonavano gli strumenti musicali​, la vergine Cecilia cantava nel suo cuore soltanto per il Signore, dicendo: Signore, il mio cuore e il mio corpo siano immacolati affinché io non sia confusa​”. Santa Cecilia​, patrona della Musica, viene festeggiata il 22 novembre​ forse per l’errata interpretazione di questo verso latino: gli strumenti probabilmente altro non erano che quelli di tortura. Il carnefice provò a decapitare la martire tre volte, ma la Santa in realtà, narrano le cronache, morì solo dopo tre giorni. 

Domani, martedì 21 novembre, come da tradizione, il Conservatorio Rossini ​le renderà omaggio. Sarà l’occasione di riportare​ “a casa” i propri musicisti​, studenti e docenti​, ad esibirsi​, in quel teatro così caro ai pesaresi. Il concerto “Smile” (alle 21.15), organizzato in collaborazione con il Comune di Pesaro, la Provincia di Pesaro-Urbino, Pesaro 2024, AMAT e il Circolo Amici della Lirica ​”G. Rossini​” vedrà la partecipazione di ensemble di flauti, di clarinetti​ e violoncelli (Rossini Cellos Orchestra), di sassofoni e complessi jazzistici (Jazz Ensemble), ​in un’ampia fioritura di stili musicali, con un programma che spazia da Riz Ortolani a Astor Piazzola a George Gershwin​. Ospite speciale David Riondino, ​che leggerà poesie di Ernesto Ragazzoni​.

“La realtà degli ensemble composti da varie famiglie di strumenti è un’esperienza consolidata nel nostro Conservatorio​” ha sottolineato il direttore del Conservatorio Fabio Masini. ​Ma la programmazione è ancora più ampia. Come ha commentato il vicesindaco Daniele Vimini, ​”come Città Creativa Unesco della Musica e alle porte di un anno che la vedrà Capitale della cultura, Pesaro intende dare ulteriore valore e attenzione ad un momento dell’anno già ricco dal punto di vista culturale con la programmazione di Prosa e Danza a pieno regime ad esempio​. Un programma che vede anche alcune chicche tra cui il Concerto Acusmatico dei premiati ISAC-2023 in Sonosfera per ascoltare i vincitori della prima edizione dell’International Sonosfera Ambisonics Competition e lanciare l’edizione 2024 e l’intitolazione ad Antonia Pallerini, danzatrice nata a Pesaro nel 1790, del salone nobile di Palazzo Gradari​”. 

Dal 19 al 25 novembre​ sono in programma ​quattro esibizioni musicali tra Teatro Rossini e chiesa della Santissima Annunziata​. Domani i protagonisti ​saranno l’Ensemble di Flauti diretti dal M° Fulvio Fiorio, l’Ensemble di Clarinetti diretti dal M° Michele Mangani, la Saxorchestra diretta dal M° Federico Mondelci, la Rossini Cellos Orchestra diretta dal M° Claudio Casadei e le formazioni di studenti e docenti della Scuola di Jazz dell’Istituto. ​Mercoledì il Museo Nazionale Rossini sarà aperto eccezionalmente l’intera giornata (​con orario 10-13, 15-18) e visitabile gratuitamente per i residenti di Pesaro e comuni limitrofi.

In Sonosfera®, il Concerto Acusmatico dei premiati ISAC-2023 prebede 5 repliche alle 10.30, 11.30, 17, 18 e 19. L’evento è anche un modo per preparare l’arrivo dell’edizione di ISAC-2024 con la collaborazione con il Centre Pompidou di Parigi: con Pesaro si condivideranno eventi che si svolgeranno dal 15 al 17 marzo 2024 nell’alveo di Pesaro Capitale della Cultura 2024.

Chiusura della giornata alle 21 al Teatro Rossini, con l’appuntamento della Stagione dell’Ente Concerti: “Metamorphosi Ensemble | Romeo, Giulietta e…Petrushka” con Andrea Oliva, flauto, Alessandro Carbonare, clarinetto, Fabrice Pierre, arpa, Mauro Loguercio, violino, Francesco Pepicelli, violoncello, Angelo Pepicelli, pianoforte. In una sola serata verranno eseguite due suite dei due balletti più belli e famosi del Novecento.​ 

Venerdì 24 novembre doppio appuntamento con la danza. Alle 18 l’intitolazione del salone nobile di Palazzo Gradari ad Antonia Pallerini. La cerimonia vedrà la partecipazione speciale di danzatori della MM Contemporary Dance Company, che si esibirà più tardi alle 21 al Teatro Rossini. Tappa finale sabato 25 novembre (ore 18) alla chiesa dell’Annunziata, con la rassegna dell’Ente Concerti “Nuovo Spazio Musica” che propone il concerto “Boccherini in Spagna” con i Cameristi dell’Orchestra Giovanile Toscana e Tommaso Tarsi alla chitarra. Un appuntamento nei 280 anni dalla nascita di uno dei più importanti musicisti e compositori italiani del Settecento.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

“Una noche con Sergio Bernal” a Fermo

Si illumina Villa Vitali, a Fermo, con il ballerino spagnolo Sergio Bernal. Civitanova Danza – festival dedicato al maestro Enrico Cecchetti, realizzato su iniziativa di Civitanova Marche, dell’Azienda Teatri di

Lasciate sbocciare i cento fiori

E’ stata inaugurata la mostra d’arte “Lasciare sbocciare i cento fiori” (da una famosa frase di Mao): verrà ospitata all’auditorium Sant’Agostino di Civitanova Alta. Il percorso esplora