A Parigi senza fretta: limite massimo di velocità 30 chilometri all’ora

Da oggi a Parigi si andrà piano, pianissimo, forse troppo. Dovuto forse a ragioni elettorali: il sindaco socialista Anna Hidalgo vuole una città verde, che vada – questa la novità da oggi in vigore – a 30 chilometri orari in tutta la città, tranne nelle tangenziali, come la nota Périphérique, in cui si potranno raggiungere i 50. I controlli ci saranno ovunque e le multe salate.

Sempre meno macchine e sempre più biciclette o, la moda del momento, monopattini (che fra l’altro, alle velocità con cui percorrono le strade, hanno provocato già vittime). I francesi si sono divisi equamente sulle misure. Proteste in particolare dai tassisti, che in questa maniera perderanno molti soldi. E a nulla è valso il parere degli esperti che hanno sottolineato che a 30 chilometri all’ora si inquina più che a velocità maggiori. Ma la Hidalgo è andata avanti: il suo piano superecologico è studiato apposta, dicono gli analisti, per arrivare direttamente all’Eliseo.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima