Heinz Beck: “il mio primo NFT”

Il primo NFT (non-fungible token) di uno chef, il celebre Heinz Beck, tre stelle Michelin guadagnate nel ristorante La Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria di Roma, è stato creato a Dubai. Trentacinque esemplari virtuali per un dipinto del grande cuoco. Ma cos’è il NFT? E’ un vero e proprio certificato di proprietà per opere digitali che viene iscritto su Blockchain.

In sostanza si differenzia dagli ormai noti bitcoin perchè questi si scambiano e sono “fungibili”, a differenza degli NFT che sono oggetti unici per collezionisti, per esempio, o appassionati d’arte (digitale). Questo mercato vale già miliardi di dollari. Di una stessa opera possono esserne vendute infinite perchè ciascuno ne ha una copia e l’originale è invece solo uno. Complicato? Abbastanza, ma sugli NFT si sono buttati, come nel caso dell’evento di Beck, case vinicole di tutto il mondo. E’ una “mania” di unicità. Per esempio, il NFT forse più caro in assoluto è stato venduto per quasi 3 milioni di dollari: il primo tweet della storia, scritto da Jack Dorsey.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel