Adriatica Ionica Race, le Marche si promuovono attraverso il ciclismo

La Regione Adriatico Ionica si fa… Race. La Fano-Riviera del Conero e la Castelraimondo-Ascoli Piceno sono le due frazioni della corsa ciclistica che promuoverà la nostra Costa Adriatica. Appuntamento il 7 e l’8 di giugno. La prima tappa attraverserà Jesi, Recanati, Loreto e Numana, con un passaggio a Filottrano per ricordare il campione Michele Scarponi. Finale sulla salita del Poggio e la carovana passerà per tre volte a Sirolo.

Il giorno successivo tappa di 151 chilometri che si concluderà ad Ascoli. Una manifestazione “che ha il pregio di riconciliarci con le bellezze che il nostro territorio sa offrire. La nostra Regione crede fortemente nella promozione del proprio territorio attraverso lo sport e il ciclismo in particolare: dopo il Giro d’Italia e la Tirreno Adriatico siamo felici di poter ospitare anche la Adriatica Ionica Race con l’arrivo di due tappe decisive per le sorti della corsa” ha sottolineato il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli.

E l’assessore Guido Castelli ha fatto le lodi dell’organizzazione: “Avere con noi un grande campione come Moreno Argentin (organizzatore della corsa ndr) è per noi motivo di vanto e di orgoglio. Con lui condividiamo il modo di guardare allo sport come volano per l’economia e la valorizzazione delle eccellenze territoriali”. Ci sarà anche un messaggio sociale a favore della parità di genere. Sia a Sirolo sia ad Ascoli Piceno, è stata allestita una pedalata che vedrà impegnate trenta donne: unirà le componenti della Commissione per le Pari Opportunità regionale ad alcune atlete. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel