Clarence House chiude. Cento dipendenti reali a rischio licenziamento

Il personale domestico e l’ufficio stampa, i segretari e gli “accountants” di Clarence House rischiano il licenziamento. La lettera, non del tutto inattesa visto che Carlo si trasferisce a Buckingham Palace, è di due giorni fa. “I dipendenti sono tutti scossi” hanno fatto sapere, e amareggiati, aggiungiamo noi, perchè dopo aver servito il nuovo Re per tanti anni molti di loro avevano la certezza di essere trasferiti nel Palazzo reale contiguo. E invece dovranno cambiare lavoro.

La lettera ufficiale, riportata da The Guardian, parla esplicitamente di “chiusura” di Clarence House: “Si prevede quindi che non saranno più necessari gli incarichi svolti principalmente là”. “Una decisione spietata” commentano i sindacati: “Sebbene ci si potessero aspettare alcuni cambiamenti, poiché i ruoli nella famiglia reale cambiano, la portata e la velocità con cui questo è stato annunciato è del tutto insensibile”. Ma così vanno le cose reali e non solo quelle della gente comune. Intanto, la popolarità del Re tra i giovani è scesa considerevolmente: solo uno su quattro appoggia la Corona.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima