Clarence House chiude. Cento dipendenti reali a rischio licenziamento

Il personale domestico e l’ufficio stampa, i segretari e gli “accountants” di Clarence House rischiano il licenziamento. La lettera, non del tutto inattesa visto che Carlo si trasferisce a Buckingham Palace, è di due giorni fa. “I dipendenti sono tutti scossi” hanno fatto sapere, e amareggiati, aggiungiamo noi, perchè dopo aver servito il nuovo Re per tanti anni molti di loro avevano la certezza di essere trasferiti nel Palazzo reale contiguo. E invece dovranno cambiare lavoro.

La lettera ufficiale, riportata da The Guardian, parla esplicitamente di “chiusura” di Clarence House: “Si prevede quindi che non saranno più necessari gli incarichi svolti principalmente là”. “Una decisione spietata” commentano i sindacati: “Sebbene ci si potessero aspettare alcuni cambiamenti, poiché i ruoli nella famiglia reale cambiano, la portata e la velocità con cui questo è stato annunciato è del tutto insensibile”. Ma così vanno le cose reali e non solo quelle della gente comune. Intanto, la popolarità del Re tra i giovani è scesa considerevolmente: solo uno su quattro appoggia la Corona.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

IPA (Indian Pale Ale)

(Il Mondo della Birra – articolo di Giovanni Rodolfi) – Passando per gli stand della fiera di Rimini (BEER & FOOD. Attraction) tra le tante