Leguminaria, cibo e benessere si danno appuntamento ad Appignano

Molto prima delle diete nutraceutiche, nelle Marche più vere si degustavano legumi. Proposti in ricette antiche e tradizionali sono i protagonisti dell’evento organizzato da Comune di Appignano e Pro Loco che da domani a domenica attrarrà come ogni anno migliaia di visitatori nell’incantevole borgo storico cinto da antiche mura, con uno sconfinato panorama che spazia dagli Appennini al mare Adriatico. Vent’anni di Leguminaria: menù di altissima qualità, ma anche l’occasione per scoprire varietà in via di estinzione e pasteggiare in pregevoli manufatti di ceramica artigianale.

A Leguminaria ci sarà modo di conoscere ed assaggiare vere e proprie “superstar di nicchia”, come il cece quercia, varietà che in passato era molto diffusa nelle Marche, ma che via via era andata quasi scomparendo e proprio qui ha trovato valenti agricoltori che l’hanno gradualmente reintrodotta. Interessantissimo anche il fagiolo solfì, con il suo colore giallo zolfo, la buccia finissima e delicata, il sapore caratteristico ed un’alta digeribilità. Queste prelibatezze potranno essere gustate nelle locande del centro storico, insieme alle preparazioni a base di lenticchia, servite da figuranti in costume.

La località è anche rinomata per la produzione artigianale di ceramiche e maioliche. A questo riguardo Leguminaria ospita il concorso internazionale “CeramicAppignano” e sabato 8 ottobre sarà inaugurato il MArC-Museo dell’arte Ceramica di Appignano. Venerdì e sabato la Scuola Comunale di Ceramica offrirà interessanti laboratori a tema. Sabato sera, alle 20, spettacolare apertura del forno con una maestosa opera di ceramica ideata dai maestri vasai proprio per celebrare i venti anni dell’evento, mentre domenica sarà visitabile BorgoCeramica-Mostra mercato delle ceramiche allestita lungo la via dei Vasai (B.go Santa Croce) insieme al mercatino delle tipicità, che aprirà i battenti dalle 16 di sabato.

Sempre domenica, si svolge “legu-bike”, una pedalata che ben si concilia con la filosofia del benessere legata ai legumi ed alla qualità della vita di questi luoghi. Infine, “Passeggiando fra Arti e Mestieri” è un itinerario che dal “Museo de La Stanza del Telaio”, ove verrà raccontata la storia della filiera “dalla fibra al filo” attraverso gli antichi strumenti per la lavorazione del tessuto, conduce alla Fonte del Coppo seguendo il percorso dell’Anello delle Lavandaie, per onorare la memoria di un passato che, fino al secolo scorso, ha visto all’opera le donne del borgo.             

Leguminaria è una nuova tappa del Grand Tour delle Marche, il circuito di eventi proposto da Tipicità insieme ad ANCI, con la collaborazione di Regione Marche e la partnership progettuale di Banca Mediolanum ( www.tipicitaexperience.it)

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di