Salta il ponte per un’esplosione, Crimea isolata dalla Russia

La Crimea è da oggi praticamente isolata. I servizi segreti ucraini hanno fatto saltare almeno due campate del Ponte di Kerch, infrastruttura strategica che collega la penisola alla Russia. Era stato lo stesso Putin a inaugurarlo quattro anni fa guidando da Knasnodar un camion. “E’ solo l’inizio” esultano da Kiev sapendo che senza ponte i rifornimenti militari saranno assai difficili, specie per Kherson, città conquistata dai russi e adesso a rischio per via dell’imponente controffensiva ucraina. 

L’alternativa per Putin, la strada che parte da Donetsk per giungere in Crimea, è sotto l’artiglieria di Kiev e quindi difficilmente praticabile. Chi vive in Crimea dovrà da fare fare affidamento unicamente sui trasporti marittimi e questo ha creato panico nella popolazione che si è messa in fila nei supermercati per fare scorte.

Come reagirà Putin? L’azione militare contro i russi, attraverso l’esplosione di un camion che percorreva il ponte, giunge in contemporanea con l’annunciata escalation della guerra (leggi armi nucleari tattiche) a cui tutti sembrano prepararsi.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

IPA (Indian Pale Ale)

(Il Mondo della Birra – articolo di Giovanni Rodolfi) – Passando per gli stand della fiera di Rimini (BEER & FOOD. Attraction) tra le tante