E’ un mercato impazzito: i prezzi del gas crollano. E in Texas è gratis

Il metano bruciato nei pozzi perchè sul mercato no vale più niente. E’ quanto sta accadendo in Texas da quando le riserve europee sono piene o quasi per l’inverno, dopo che i Paesi Ue avevano comprato molto gnl proprio dagli Stati Uniti. Sono i paradossi conseguenti alla guerra Russia-Ucraina. Nel Bacino del Permiano, nello Stato americano in questione, chi estrae brucia perchè quel gas vale meno 2,25 dollari (sì, avete letto bene, il segno è negativo) con relativo disatsro ambientale.

Chi ha guadagnato tantissimo fino ad oggi in Usa, d’ora in poi, a meno di altre scosse del mercato, deve arrangiarsi. “Sprecare queste risorse energetiche è particolarmente irritante in questo momento poiché gli Stati Uniti stanno giustamente cercando di fare tutto il possibile per aiutare i nostri alleati europei ad abbandonare il gas naturale russo, data la crisi in corso in Ucraina” ha dichiarato il direttore dell’EDF, Jon Goldstein.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di