E’ un mercato impazzito: i prezzi del gas crollano. E in Texas è gratis

Il metano bruciato nei pozzi perchè sul mercato no vale più niente. E’ quanto sta accadendo in Texas da quando le riserve europee sono piene o quasi per l’inverno, dopo che i Paesi Ue avevano comprato molto gnl proprio dagli Stati Uniti. Sono i paradossi conseguenti alla guerra Russia-Ucraina. Nel Bacino del Permiano, nello Stato americano in questione, chi estrae brucia perchè quel gas vale meno 2,25 dollari (sì, avete letto bene, il segno è negativo) con relativo disatsro ambientale.

Chi ha guadagnato tantissimo fino ad oggi in Usa, d’ora in poi, a meno di altre scosse del mercato, deve arrangiarsi. “Sprecare queste risorse energetiche è particolarmente irritante in questo momento poiché gli Stati Uniti stanno giustamente cercando di fare tutto il possibile per aiutare i nostri alleati europei ad abbandonare il gas naturale russo, data la crisi in corso in Ucraina” ha dichiarato il direttore dell’EDF, Jon Goldstein.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima