Rianimazione cardiopolmonare, una raccolta fondi per formare i sanitari marchigiani

Si chiama “Defibrilla Macerata” la meritoria iniziativa di “Nordic Walking ad Astra”: una raccolta fondi per corsi di Rianimazione avanzata nell’arresto cardiopolmonare, destinata alla formazione di una trentina di operatori sanitari maceratesi.

L’associazione, che lo scorso 8 ottobre ha visto uno dei suoi atleti salvato da queste tecniche durante le gare del Campionato italiano, conta di raggiungere donazioni intorno a 10mila euro per l’acquisto di un manichino di simulazione a corpo intero, indispensabile per i corsi e per conseguire una certificazione che è l’unica riconosciuta a livello mondiale.

Responsabili scientifici del progetto sono il dottor Emanuele Iacobone (nella foto) e la dottoressa Milena Mirabile, in collaborazione con l’Area Vasta 3 ASUR Marche. Lunedì alle 17,30 presentazione dell’iniziativa presso l’oratorio della Parrocchia Santa Madre di Dio, piazzale Umberto Peschi 1, a Macerata.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel