Conegliano è troppo forte. Ma la CBF Balducci gioca una partita incoraggiante per il futuro

Millequattrocento spettatori al Banca Macerata Forum hanno potuto apprezzare un ottimo primo (e un discreto secondo) set. La CBF Balducci, nell’anticipo della dodicesima giornata di A1 femminile, ha lottato ma nulla ha potuto contro la forza di quella che può essere a ragione considerata una delle squadre più forti al mondo, la Prosecco Doc Imoco Conegliano. Nel terzo set le venete, nonostante il turnover scelto da coach Santarelli, hanno messo il turbo e chiuso in fretta il match confermando di avere una rosa di assoluta qualità: MVP Kathryn Plummer, 18 punti e il 55% in attacco. Fiesoli top scorer in casa maceratese con 10 punti all’attivo. 

I commenti. La palleggiatrice della CBF, Maria Irene Ricci: “Siamo partite alla grande, punto a punto nel primo set: Conegliano però è una forza della natura, purtroppo siamo andate sotto e loro hanno accelerato alla grande chiudendo la gara”. Il coach Luca Paniconi: “Le ragazze hanno dato prova di continuità rispetto alle ultime partite e credo che ci servirà anche per il futuro questo primo set e mezzo, soprattutto a livello di consapevolezza, è stata una buona iniezione di fiducia”.

Il tabellino. CBF BALDUCCI HR MACERATA: Cosi 4, Napodano, Fiori (L), Abbott 6, Accorsi (L), Ricci 1, Quarchioni n.e., Okenwa 1, Molinaro 5, Milanova n.e., Fiesoli 10, Malik 8, Poli 1, Piccotti n.e.. All. Paniconi. PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Carraro 2, Plummer 18, Robinson 11, Squarcini 2, De Kruijf 4, Gennari n.e., Gray 14, De Gennaro (L), Haak n.e., Pericati, Furlan, Wolosz n.e., Fahr (L). Parziali: 23-25 (26’), 16-25 (23’), 11-25 (20’)

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

“Una noche con Sergio Bernal” a Fermo

Si illumina Villa Vitali, a Fermo, con il ballerino spagnolo Sergio Bernal. Civitanova Danza – festival dedicato al maestro Enrico Cecchetti, realizzato su iniziativa di Civitanova Marche, dell’Azienda Teatri di

Lasciate sbocciare i cento fiori

E’ stata inaugurata la mostra d’arte “Lasciare sbocciare i cento fiori” (da una famosa frase di Mao): verrà ospitata all’auditorium Sant’Agostino di Civitanova Alta. Il percorso esplora