Prova superata. Il semestre Ue a presidenza Repubblica Ceca ha convinto tutti

​​Da luglio a oggi, è stato un semestre Ue molto impegnativo. Insediatasi con lo slogan “Rethink, Rebuild, Repower​”​, la Repubblica Ceca esce rafforzata a livello internazionale dai suoi mesi di presidenza europea. ​​Il risultato migliore che è stato conseguito è l’accordo (il famoso “price cup”) sul prezzo del gas importato. 

Jozef Síkela, ministro dell’industria e del commercio della Repubblica Ceca che ha presieduto le riunioni​ del Consiglio dell’Energia, ha addirittura indossato una felpa, prima di uno degli interminabili meeeting tra i 27 Paesi (con posizioni fortemente diverse tra loro): “Convocheremo tutte le riunioni che saranno necessarie” (per arrivare all’obiettivo​). ​Ebbene, il price cup è realtà, sarà attivato dal 15 febbraio e quando i prezzi del metano supereranno i 180 euro per megawattora per tre giorni consecutivi. ​Un grosso risultato a guida Repubblica Ceca. 

Fiala (nella foto) ​e i suoi hanno convinto gli altri Paesi anche sul contributo di solidarietà da parte delle aziende ​che operano nel settore dei combustibili fossili​ e sull’allargamento dell’Europa in territorio balcanico: ​alla Bosnia-Erzegovina ​è stato concesso lo status di Paese candidato​.​ E’ arrivato il momento di dare il cambio, alla presidenza europea va la Svezia.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Valeriano Trubbiani ritrova la sua Città

(articolo di Maurizio Verdenelli) – Valeriano, il ragazzo di Villa Potenza, ritorna a Macerata. L’allievo dello scultore ‘del marmo’ De Angelis, varca quei pesanti Cancelli