Avanti, bisognerà solo aspettare qualche giorno. A 45 gradi, con una minima di 24, in molti a Siviglia hanno perso la speranza. Se può essere di consolazione, stiamo lottando per il primato, perchè in Andalusia potrebbero battere in questi giorni il record di 48,8 gradi, la temperatura più alta mai misurata in Europa, registrata in un paese siciliano, Florida. Se, almeno fino a martedì, l’anticiclone africano continuerà nelle sue prestazioni, da qualche parte proveranno a battere lo straordinario risultato. Avanti, solo qualche giorno ancora e poi si ritornerà ai 35-36 di massima e ai 20 di minima. Nell’andalusa Montoro la temperatura è arrivata a 47,2 (ma il suo record, datato 2017, è un decimo in più), mentre a Cordoba si è arrivati ieri a 46,7. 

Caldo feroce, deserto per le strade, a parte i turisti che finalmente sono, in parte, rientrati e vogliono vedersi tutto, anche a rischio insolazione. Peggio è andata in Spagna ai passeggeri del treno Barcelona-Cádiz, che un paio di giorni fa hanno viaggiato in parte senza aria condizionata sotto un sole implacabile a 45 gradi. Come diceva un umorista statunitense, è un chiaro segno dell’estate se la sedia si alza insieme a te. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Nell’olimpo della Dea

(articolo di Giovanni Rodolfi) – Quanti anni sono passati dalla partita contro il Malines. Quante cose sono cambiate. Quanti tifosi sono passati. Di fatto c’è