Riqualificazione urbana, Civitanova è una città a colori

Se si vede a colori, la città è più bella. E’ un progetto che Civitanova porta avanti da vario tempo con l’artista, grafico e architetto Giulio Vesprini. Il nuovo percorso turistico-culturale ed istituzionale “Museo d’Arte urbana – Vedo a Colori” avrà due nuove tappe: la rampa pedonale del sottopasso “Esso” sulla SS16 e il playground su pista per il pattinaggio nel quartiere Fontanelle, come ha confermato l’Assessore al Verde pubblico e Decoro urbano, Giuseppe Cognigni. Da novembre si interverrà quindi sul lato est parallelo alla rampa pedonale del sottopasso, dove è prevista una prima opera di ripulitura, sistemazione del verde, delle luci e delle telecamere e per poi passare all’abbellimento attraverso le opere grafiche. Parallelamente, inizierà la ripulitura del playground su slargo interno al parco di zona Fontanelle, similmente a quanto avvenuto per lo skate park di via Mandela.

Il progetto “Vedo a colori”, partito dall’area portuale ha poi avuto il suo sviluppo negli edifici scolastici, sottopassi e parchi pubblici. In oltre un decennio di attività più di 100 artisti italiani sono stati invitati a dipingere a Civitanova, 15 collaboratori a rotazione in 11 anni di lavoro, 2.000 mq di superficie dipinta su tutto il molo est, 20 pareti dei cantieri navali dipinte, 8 pareti delle scuole dell’Istituto comprensivo “Via Ugo Bassi” rese a loro volta espressione dell’arte di strada. Civitanova vanta un innovativo disegno di rigenerazione urbana e di dialogo sociale, che raggiunge sia i luoghi della tradizione, sia i luoghi più dimenticati delle periferie.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima