Olio, la Spagna produce più di tutti gli altri Paesi messi insieme. L’Italia cresce

La Spagna rimane l’incontrastato leader tra i Paesi produttori di olio secondo i dati forniti dal Consiglio Oleicolo Internazionale. Un milione e trecentomila tonnellate prodotte la distanziano molto dall’Italia, al secondo posto nella classifica di settore, che può vantare 315mila tonnellate, ma con un incremento rispetto all’anno precedente (quello della Xylella in Puglia e di “tempeste” meteorologiche) del 15%.

Qualche decennio fa l’Italia ha raggiunto una produzione di 674mila tonnellate, poi una lenta discesa, incalzata anche da Paesi “emergenti” come la Tunisia (240mila tonnellate, +71,4%) e Turchia (228mila tonnellate, +8,3%). Cresce anche la produzione marocchina, portoghese e algerina. L’Italia sta investendo in fondi pubblici per nuovi oliveti o la miglioria degli esistenti.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel