Pinacoteca, “è una rifondazione”. Le foto di Luigi Gasparroni

A cinquant’anni ​dalla fondazione – avvenuta grazie al lascito di Luciano Moretti – la Pinacoteca si è presentata sabato nella sua nuova veste. Un restyling che la ha migliorata in offerta e percorsi: la nuova sala dedicata al futurista Tullio Crali, le nuove opere della Sala Ciarrocchi e il capolavoro recentemente acquistato, in occasione del centenario della nascita, di Wladimiro Tulli, oltre all’esposizione della tela settecentesca “Sacra Famiglia e Santi” e il rinnovamento di alcune parti. Sarà un punto di riferimento della Cultura per il territorio e per gli appassionati d’Arte di tutto il mondo.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima