Un weekend dedicato al Turismo Culturale e sostenibile. Così si prepara Veszprém a essere Capitale Europea della Cultura 2023

Dolce, antica Veszprém​. ​La città che sorge su sette colli, come Roma e Lisbona​, sarà Capitale Europea della Cultura nel 2023. Oggi e domani in una conferenza internazionale sul Turismo Culturale (e sostenibile) si troveranno nella località sul Lago Balaton relatori da tutto il mondo, da Tibor Navracsics​, commissario governativo per Veszprém-Balaton 2023​ al direttore ​del Museo nazionale ungherese (Magyar Nemzeti Múzeum​) László L. Simon​, dal direttore del Museo archeologico di Zagabria, Sanjin Mihelić​, a Tamás Fejérdy​, presidente onorario del Comitato nazionale ungherese di ICOMOS. Per l’Italia sarà presente Antonio Barone​, direttore della Via dei Fenici. Domani escursione alla Villa Romana di Baláca​, il parco archeologico più grande rimasto dell’antica provincia della Pannonia, i cui primi resti e pitture murali furono scoperte nel 1904.

​Veszprém è ​u​na città antichissima, abitata sin dal Neolitico,​ piena di Storia nelle sue vie medievali, che ha visto sorgere la prima Cattedrale d’Ungheria. Si possono visitare la Masterpiece Gallery ​dedicata all’arte contemporanea, il Tejfalussy House​, l’archeologico Dezső Laczkó Museum​, i castelli di Keszthely​, Sümeg​ e Bory, ​ma anche godere di eventi culturali rilevanti come a luglio il Vespremfest​. Fu qui che il primo re del Paese, Stefano I d’Ungheria​ ​​sconfisse le truppe pagane di Koppány.​

Alla conferenza internazionale di oggi e domani, un motivo in più per visitare la città, parteciperanno anche Dénes Nagy​, presidente a Veszprém​ dell’Accademia ungherese della Scienza, Attila Deák​, fondatore delle Via delle Chiese medievali, Erzsébet Jerem​, direttrice, Fondazione Archaeolingua​ e nel comitato della Associazione Via del Danubio, Gábor Virágos​, direttore di Archeologia al Museo nazionale ungherese, e tanti altri esperti europei a ragionare su Turismo Sostenibile e Gestione del paesaggio.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di