Accessibilità e inclusione sociale, Civitanova al Salone del Libro con una fiaba innovativa per bambini

La stessa fiaba, scritta e illustrata dai bambini e ragazzi civitanovesi, letta a voce, interpretata nella lingua dei segni e trascitta con la comunicazione “aumentativa”. E’ il libro per cui la città è stata invitata al Salone Internazionale del libro di Torino. La Gemma edizioni ha presentato infatti il progetto made in Civitanova che consente anche a bambini non udenti e con problemi nella comprensione del testo di poter accedere facilmente ai contenuti delle fiabe.

L’amministrazione ha già “editato” anche il progetto “Bookbox Civitanova” all’interno di “Civitanova Città con l’infanzia”, mirata all’inclusione dei ragazzi e già attiva da circa tre anni in sinergia con l’associazione Anffas locale. 

L’iniziativa è stata presentata dall’assessore Barbara Capponi e dal rappresentante Anffas Simone Forani ad una platea di amministratori e rappresentanti istituzionali provenienti da tutta Italia, scuole, alunni, imprenditoria, associazioni. “Una grande soddisfazione, per tutta la città, che Civitanova possa da essere esempio e stimolo per una cultura sull’infanzia e sull’accessibilità in modo concreto, con un progetto pilota realizzato lavorando in rete” hanno sottolineato Capponi e Forani. Per informazioni sul progetto la mail è anffascivmarche@gmail.com o si può contattare Simone Forani al numero 3281664170. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

L’esodo che verrà

Senza acqua nè luce, nella capitale come nelle città più importanti del Paese, molti ucraini lasceranno, almeno per l’inverno, le proprie case. Si prevede che prima