Tolentino, maltrattamenti a una studentessa autistica: le due arrestate non parlano

“Poco tempo per vedere gli atti”. E così l’interrogatorio è stato utile solo per ascoltare il parere degli avvocati della difesa. Davanti al giudice per le indagini preliminari le due arrestate, una docente e una assistente per la comunicazione dell’istituto Filelfo di Tolentino, per maltrattamenti a una ragazza disabile, non hanno detto niente.

Le due negano le violenze e hanno riferito, tramite i loro avvocati (“Ricostruzione parziale dei fatti” hanno detto i legali) che il loro comportamento sarebbe stato necessario per evitare che la ragazza autistica si facesse danno da sola o che mettesse in difficoltà gli altri studenti. Avrebbero insomma voluto “contenere i comportamenti della ragazza anche per cercare di indirizzarla verso un maggiore inserimento sociale… E a noi non risultano schiaffi, ma gesti per cercare di imporre l’autorità” come consigliato da chi seguiva la ragazza autistica.

Tesi che sarebbe però smentita sia dalle registrazioni video che hanno fatto le forze dell’ordine: sarebbero immagini che testimonierebbero gli insulti, lo scherno sulla sua disabilità, minacce e schiaffi, umiliazioni come quella di non permettere alla disabile di andare in bagno, costringendola così a farsela addosso, o stracciare un biglietto d’auguri scritto per la mamma.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita