Tra Italia e Ungheria la collaborazione corre “sulle note”. Grazie all’Academy Liszt

L’Academy Liszt Music Art (ALMA) amplia la sua attività internazionale e lo fa ovviamente in direzione Ungheria, la patria del compositore Ferenc Liszt. “Stiamo organizzando – sono le parole di Alceste Aubert, International project manager dell’Academy Liszt – un nuovo incontro in autunno in Ungheria all’interno del progetto europeo D.E.E.P. dell’Agenzia Nazionale Indire, che prevede un periodo di formazione all’Accademia Liszt di Budapest. L’ALMA negli ultimi anni sta tessendo nuove collaborazioni internazionali e nel 2024 festeggeremo i 40 anni d’attività musicale con un grande evento nelle Marche, ad Ascoli Piceno”.

Il merito è del Dott. Aubert, del Presidente Onorario Ing. Massimo Rogante che nei giorni scorsi ha incontrato l’Ambasciatore italiano a Budapest e del grande violinista György Lakatos, ormai “amico” dell’ALMA, che ha tenuto un concerto all’Hubay Music Hall di Budapest proprio in occasione della visita del Presidente Onorario.

Lakatos ha voluto sottolineare nell’occasione la collaborazione con Ferenc Snétberger, famoso chitarrista, che ha fondato una scuola chiamata Snétberger Tehetség Központ per giovani musicisti di talento. “Insegno in questa scuola da 10 anni. Sono insegnante di violino e di musica da camera e con i miei studenti ho ideato questo concerto. Come insegnante, è molto importante per me seguire la strada dei grandi insegnanti di musica ungheresi quali Jenő Hubay: uno dei più grandi violinisti, e insegnante negli anni Venti”.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Nell’olimpo della Dea

(articolo di Giovanni Rodolfi) – Quanti anni sono passati dalla partita contro il Malines. Quante cose sono cambiate. Quanti tifosi sono passati. Di fatto c’è