Embargo Ue per i Lupi di Putin

I Nochnye Volki fanno un po’ di tutto. Primi bikers russi, attivi ormai da trent’anni, aprono filiali in tutto il mondo. Per questo sono uno strumento di propaganda di Putin, loro grande amico (qualcuno li ha soprannominati gli “Angeli” del dittatore), e perciò, come ha svelato il Financial Times, sono nella lista nera Ue per avere appoggiato e sostenuto l’invasione all’Ucraina.

I Lupi della Notte sono ormai un business più che un’ideologia (meglio dimenticare cosa pensano: antifemministi e antigay): concerti, saloni di tatuaggi, conventions, negozi di motori appunto. Come hanno riportato in passato alcuni media, Ramzan Kadyrov, il feroce numero uno ceceno, si è unito al gruppo otto anni fa.

Sia nel 2014 con l’occupazione della Crimea sia attualmente in Ucraina hanno preso parte attiva all’invasione. Non mancano di legare il potere politico di Putin con quello religioso della Chiesa Ortodossa (il patriarca Kirill è un fedele alleato del presidente russo) con simil-pellegrinaggi lungo i luoghi della fede del Paese. Con i soldi che ricevono dal Cremlino, naturale, come riferisce il Financial, metterli fuorigioco.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita