Il whistlebower accusa Twitter

E’ un genio informatico l’alleato di Elon Musk nella sua battaglia legale contro Twitter. Si chiama Peiter Zatko, è conosciuto tra gli hackers, che lo adorano, come Mudge. Un’autorità nel settore, tanto da essere stato chiamato da Twitter, che poi lo ha mandato via non si sa bene per quali ragioni.

Zatko nei giorni scorsi ha fatto un assist a Musk che vuole far saltare l’acquisizione – 44 miliardi di dollari – del social media per via del gran numero di account falsi che avrebbe. “Mudge” ha infatti confermato che la privacy degli utenti e la sicurezza informatica della società americana sarebbero “scarse”. Il che significa molto: le informazioni personali degli utenti sarebbero poco tutelate e la piattaforma potrebbe essere addirittura “attaccata” con rischio anche per la sicurezza nazionale.

Un quadro fosco, ma l’accusa è di un formidabile hacker, uno degli esperti massimi del settore. Zatko è stato anche consulente dell’ex presidente Bill Clinton e del Governo degli Stati Uniti, specie prima e dopo l’11 settembre.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di