“Miseria e nobiltà”: il Teatro delle Armonie porta in scena a Castelraimondo il capolavoro di Scarpetta

Apre con un classico della commedia la sesta edizione del Teatro delle Armonie al Lanciano Forum di Castelraimondo. E lo fa con una pièce brillante, sperimentata, esplosiva, venerdì prossimo, alle ore 21,15: la Filodrammatica Piorachese presenterà “Miseria e nobiltà”, tratta dal testo di Eduardo Scarpetta e adattata da Luisella Tamagnini in dialetto piorachese.

“Un’opera nota ed un nostro cavallo di battaglia – commenta la regista Tamagnini – che prende spunto dall’opera di Scarpetta e che si trasferisce e si ambienta nella società della nostra provincia; la storia racconta di una serie di drammaticità familiari che, per incanto e per miracolo, ad un certo momento cambiano radicalmente in meglio. Ma è una finzione, pure se nessuno impedisce di godersi i momenti migliori dell’insperata occasione”.

La famosa commedia di E. Scarpetta è stata adattata in dialetto piorachese ed ambientata a Pioraco intorno al 1913. Una famiglia in perenne stato di bisogno viene ingaggiata da un giovane nobile e ricco per rappresentare la sua famiglia presso il futuro suocero, molto ricco ma non nobile, che esige per la figlia una importante promozione sociale. Naturalmente sono facili da immaginare i colpi di scena che si susseguono, le battute esilaranti e le situazioni buffe derivanti dall’imbroglio, fino all’immancabile lieto fine.

La rassegna è organizzata dal comune di Castelraimondo, in collaborazione con la Compagnia Valenti, con il patrocinio della Regione Marche, dell’Unione Montana Potenza Esino Musone, della UILT e col sostegno di Oro della Terra, Infissi Design e Artigianvetro.

L’ingresso è di 10 €; per info e prenotazioni ai numeri: 338/2595480 o 335/7681738; non sono previsti abbonamenti.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di