Progetto “Let’s sing together”, l’Accademia Liszt Music Art unisce le nazioni attraverso la musica

L’Academy Liszt Music Art (ALMA) è protagonista del progetto ERASMUS “Let’s sing together” insieme ad istituzioni musicali internazionali di altri quattro Paesi (Francia, Grecia, Romania e Turchia).

E’ stato il project manager dell’ALMA Dott. Alceste Aubert a sviluppare il progetto così da favorire un confronto tra sistemi d’insegnamento diversi mirante ad un vero arricchimento culturale. 

Martedì scorso si è svolto al Foyer Teatro Ventidio Basso (messo a disposizione dal Comune di Ascoli Piceno) il Concerto di Santa Cecilia, quale evento finale italiano del progetto, patrocinato dall’Accademia d’Ungheria in Roma e dallo stesso Comune di Ascoli Piceno. Il programma, molto ricco, è stato messo a punto dal M° Maria Puca, Coordinatrice dell’Istituto Musicale Spontini di Ascoli Piceno, ed ha incluso performance dei partecipanti italiani e di quelli internazionali, con esecuzioni anche di brani musicali tradizionali dei Paesi d’origine. 

Nel corso dell’evento, è stata consegnata al M° Ing. Massimo Rogante di Civitanova Marche la pergamena di “Presidente Onorario” dell’ALMA. Il M° Rogante ha sottolineato, nell’occasione, gli obiettivi primari dell’ALMA, tra i quali lo sviluppo di nuovi progetti e sinergie a livello internazionale, tenendo sempre presente la musica del grandissimo compositore ungherese.   

Il progetto “Let’s sing together” proseguirà nelle prossime settimane in Romania a Timișoara, per concludersi nel febbraio prossimo in Turchia a Smirne. 

Aubert ha colto l’occasione per ringraziare tutti gli enti pubblici e privati che hanno collaborato al successo del programma, concepito anche per porre ulteriormente in rilevanza il nostro splendido territorio marchigiano.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita