Mondiale, la Spagna potrebbe preparare un “biscotto” avvelenato per la Germania

Il Brasile, la Grande Bellezza del calcio, si è già qualificato e a meno di eventi improbabili finirà primo nel suo girone. Nonostante la stella Neymar ancora non si sia ancora ripreso dal suo infortunio, nessuna squadra vuole incontrare i verdeoro. E così in casa spagnola stanno studiando le alternative.

Se infatti gli uomini di Luis Enrique dovessero finire primi, come sembra, affronteranno negli ottavi una tra Marocco, Belgio e Croazia e nei quarti proprio il Brasile, sempre che i carioca passino il turno a eliminazione diretta. Uno scenario possibile che fa fare calcoli alla Spagna: se perdessero infatti con il Giappone nell’ultima gara e la Germania non vincesse con otto gol di scarto contro il Costa Rica sarebbero sempre secondi nel girone, con un cammino più semplice.

Colpa del sorteggio: ma certo in questo caso il Brasile lo incontrerebbero solo in finale. Un “biscotto” che varrebbe la pena mangiarsi. Ma sarà così? Conoscendo la serietà di Luis Enrique, il rigore e l’attenzione a ogni forma di slealtà, è quasi impossibile, anche se i tifosi iberici ci sperano.

Intanto nel Mondiale giocato abbiamo già due ottavi pronti: l’Olanda affronterà gli Stati Uniti (che hanno vinto lo scontro “politico” con l’Iran per uno a zero grazie a una rete nel primo tempo di Pulisic) e il Senegal (vittorioso con l’Ecuador) che giocherà con una per ora “scintillante” Inghilterra.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel