Luigi Bartolini, a Macerata l’anteprima della mostra urbinate sull’artista marchigiano

Di “Luigi Bartolini. Tra grafica e pittura” si parlerà lunedì 11 dicembre, a  partire dalle ore 17 presso l’auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. L’evento si  inserisce all’interno delle numerose iniziative a corollario dell’esposizione dedicata all’attività pittorica  del maestro cuprense allestita a Palazzo Buonaccorsi e al contempo anticipa la grande mostra urbinate dedicata alla grafica che verrà inaugurata giovedì 14 dicembre presso le sale del Castellare di Palazzo  Ducale. Lunedì interverranno i professori Alessandro Tosi (Università di Pisa) e Manuel Carrera (Accademia di Belle Arti di Macerata), entrambi membri del Comitato di Studi per le celebrazioni  regionali su Bartolini e curatori rispettivamente delle due mostre: quella urbinate e quella maceratese. 

“A poco più di un mese dell’apertura della mostra di Palazzo Buonaccorsi la città di Macerata torna ad  approfondire la polimorfe attività di questo grande artista del Novecento con un focus sulla pittura e uno  sulla grafica – ha commentato l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta – Un evento nato all’interno di  un percorso organico di valorizzazione e riscoperta promosso dalla Regione Marche che ci ha visto  coinvolti come ente capofila tra cinque comuni e che ha permesso di ammirare con occhi nuovi l’attività di Bartolini”. 

La mostra “Luigi Bartolini attraverso il colore”, inaugurata il 28 ottobre ai Musei Civici di Palazzo  Buonaccorsi e visitabile fino al 7 aprile 2024, rappresenta un approfondimento sulla produzione pittorica  di Luigi Bartolini (1892-1963), poliedrico maestro cuprense di cui si celebra quest’anno il 60° anniversario della scomparsa. A cura di Manuel Carrera, coinvolge i comuni di Cupramontana, Macerata, Urbino, Osimo e Camerino con capofila il  Comune di Macerata. Un omaggio dovuto per riscoprire i legami con le Marche e far conoscere anche  alle nuove generazioni un grande artista marchigiano. Il comitato di studio presieduto da Vittorio Sgarbi e sostenuto da Luciana Bartolini, figlia dell’artista, ha dato vita a un importante momento di  analisi e valorizzazione. 

Alessandro Tosi professore associato di storia dell’arte moderna all’Università di Pisa, vicepresidente  del Sistema Museale di Ateneo e Direttore scientifico del Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi,  nel 1998 ha curato la mostra Luigi Bartolini. Le incisioni della Collezione Timpanaro al Gabinetto  Disegni e Stampe degli Uffizi. 

Manuel Carrera è storico dell’arte specializzato in pittura italiana tra Ottocento e Novecento. Insegna  storia dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Autore di numerosi articoli e saggi scientifici,  ha curato mostre in musei e gallerie sul territorio nazionale (Galleria Nazionale d’Arte Moderna e  Galleria d’Arte Moderna di Roma, Mart di Rovereto, Castello Estense di Ferrara). Dirige il Civico  Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado e la Fondazione Fausto Pirandello. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel