Il valore dei terreni del Brunello: più 4500% in mezzo secolo

Cinquantanni fa i terreni dove si produce il Brunello di Montalcino valevano venti volte meno che oggi. Ieri un ettaro era quotato 36mila euro, oggi ne vale 750mila. Allo stesso modo, all’inizio, mezzo secolo fa, una bottiglia valeva 30mila lire, cioè meno di 15 euro, oggi ne vale quasi duemila.

Investire su questi terreni toscani rende più dell’oro, il valore è cresciuto del 4500%. Nove milioni di bottiglie che si esportano in un centinaio di Paesi, il Brunello è la vera eccellenza italiana in quanto a vini. Dai 67 ettari iniziali si è passati a oltre duemila, ma ora il numero è chiuso. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita