Macerata città del Gusto con Tipicità Evo

La nuova tappa del Grand Tour delle Marche di Tipicità e Anci, voluta dall’amministrazione, ha portato chef e giovani talenti, istituti alberghieri e istituto agrario, associazioni di settore tra le quali Cia, Coldiretti, Cna e Confartigianato e agricoltori custodi della biodiversità, ad essere i protagonisti di Tipicità Evo. Presentazioni, assaggi ed eventi sensoriali che hanno fatto di Macerata una città del Gusto.

Caccia alle tipicità e antiche ricette per i più piccoli, con un gioco speciale a cura di Macerart&Tour: un’inedita passeggiata nel centro alla scoperta di antiche botteghe, con narrazioni di ricette, profumi e sapori della tradizione locale. Dimostrazioni e illustrazioni di antichi mestieri alla bottega Amanuartes, in via Crispi. A Palazzo Buonaccorsi invece in mostra i preziosi volumi della Biblioteca Mozzi-Borgetti dedicati al cibo, mentre agli antichi Forni ha stupito la mostra “RacContadino, un viaggio in 15 scatti”. Con Carlo Cambi il tema è stato “NutriMente, come alimentare lo spirito”.

E a Tipicità Evo si è conclusa con successo la sfida al cambiamento climatico lanciata dal Grand Tour delle Marche, grazie alla project partnership di Banca Mediolanum, attraverso l’app AWorld che ha portato la community di Tipicità a compiere ben 50mila azioni virtuose per un quotidiano risparmio di C02 e che vedrà, come premio alla comunità, la creazione di 15 nuovi alveari nell’appennino marchigiano da parte di Tipicità.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita