Quali sofferenze ha patito l’Uomo sulla Croce? In uno studio pubblicato dalle Edizioni Santa Casa la risposta scientifica

Nell’epoca in cui purtroppo siamo testimoni di altre torture, quelle conseguenti alla brutale guerra che infiamma l’Europa e il mondo, ci siamo chiesti, una volta ancora: quali sono state le sofferenze e quanto ha patito l’Uomo sulla Croce? Una domanda a cui hanno voluto dare una risposta scientifica, dopo lunghi e approfonditi studi di medicina forense e con un gran lavoro di consultazione di testi storiografici e biblici i due esperti Alfonso Sánchez Hermosilla e Massimo Rogante.

Lo studio degli scienziati si intitola “Sindone di Torino: l’immagine dell’estremo dolore sofferto per la nostra redenzione” ed è una spiegazione delle sofferenze dovute alle terribili torture della flagellazione e della crocifissione tali da svelarci “i supplizi che hanno coinvolto ogni parte dell’apparato fisico dell’Uomo che la Sindone rappresenta”. Contiene inoltre “considerazioni e riflessioni sul significato della Sindone di Torino per l’uomo di fede”. La premessa è opera di Sua Eccellenza Monsignor Fabio Dal Cin, Arcivescovo Prelato di Loreto e Delegato Pontificio, le edizioni quelle della Santa Casa di Loreto. Il testo è liberamente scaricabile dalla pagina https://www.santuarioloreto.va/content/dam/santuarioloreto/articoli-e-saggi-di-approfondimento/A.S.-Hermosilla-M.-Rogante-Sindone-di-Torino_2.pdf

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita