Civitanova, la virtù è nei conti cittadini. Ridotta la pressione fiscale, recuperati 5,7 milioni di imposte. E il Comune paga i suoi fornitori in solo venti giorni

Conti in ordine e debiti appianati. Civitanova è città virtuosa, lo dicono i numeri. In cinque anni l’amministrazione è riuscita a recuperare molti soldi dall’evasione tributaria (5,7 milioni di euro), a ridurre la pressione fiscale e a non aumentare aliquote e tariffe dei servizi pubblici. Il bilancio cittadino è in sicurezza anche per il futuro. Il sindaco Fabrizio Ciarapica e l’assessore al Bilancio Roberta Belletti hanno presentato stamattina un bilancio consuntivo 2021 di tutto rispetto. 

Il risultato principe è stato chiudere il disavanzo tecnico. “Una partita aperta nel 2014 con l’obbligo di legge per mettere a posto i residui passivi. L’amministrazione ha immesso quasi due milioni di euro per andare in pari. In più oggi abbiamo un “utile” di 700mila euro da spendere per gli investimenti e 400mila per le spese correnti” come ha spiegato la Belletti. E ancora: nei precedenti cinque anni sono rimaste inalterate aliquote e tariffe, ridotte l’addizionale Irpef, le quote dei buoni pasto della mensa e le rette dei nidi d’infanzia.

Soprattutto  in ambito di evasione tributaria i numeri sono sorprendenti: da 800mila euro si è passati a un recupero di 5 milioni e 700mila (“La Civitas è oggi un’azienda perfettamente funzionante”). Riguardo ai rifiuti, da 400mila a un milione e due. Abbassata anche la pressione fiscale (il che significa che i civitanovesi hanno pagato meno e il Comune ha preso in carico un milione e seicentomila euro di mancati introiti). Anche l’indebitamento complessivo è sceso in cinque anni da 45 a 40 milioni.

Ma il dato più sorprendente, almeno per chi scrive, è che il Comune di Civitanova paga i suoi fornitori in 20-23 giorni, “primi nelle Marche e tra i primi Comuni italiani” come ha sottolineato il sindaco. Economicamente sostenibile. Questa è Civitanova oggi.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita