Dopo la Renault, anche Mc Donald’s lascia la Russia

Al posto della storica M di Mc Donald’s non ci sarà la Z del nuovo proprietario, la catena russa Zio Vania. Ma è proprio per via del conflitto – che ha appunto la Z come simbolo di appartenza dei russi –  che gli americani lasciano, dopo 32 anni, la Russia. Gli 850 “templi” del fast-food erano già chiusi dal giorno in cui scoppiò il conflitto.

Il primo fu aperto il 31 gennaio del ’90 in piazza Pushkin a Mosca: fecero la fila in 31mila per gustarsi un hamburger, presidente dell’epoca compreso (era Boris Eltsin). “La crisi umanitaria causata dalla guerra e il precipitare delle condizioni operative hanno portato la nostra compagnia a concludere che la proprietà dell’attività in Russia non è più sostenibile né coerente con i valori di McDonald’s”, ha dichiarato la catena statunitense. 

Mc Donald’s non è la sola ad andarsene. Anche la francese Renault ha ceduto l’intero pacchetto azionario della consociata in Russia e la partecipazione in Avtovaz allo Stato Russo. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Trent’anni dopo Hank è vivo

Nuove edizioni dei suoi capolavori, uno spettacolo teatrale di Roberto Galano dal titolo significativo, “Una notte con Hank” (e il suo piccolo uccello azzurro nel