Ungheria-Ue, in attesa dell’accordo

La lunga partita tra Ungheria e Unione Europea si chiuderà nelle prossime ore. Lunghe trattative, ormai da mesi seduti a un tavolo, ma le garanzie offerte dal Governo ungherese sull’utilizzo dei fondi e su regole condivise come quelle sugli appalti dovrebbero convincere Bruxelles, che aveva posto una sorta di ultimatum a Budapest per rispondere ai quesiti. A trattare era andato l’ex commissario europeo Tibor Navracsics, ora titolare in Ungheria dello Sviluppo regionale. Sette miliardi in ballo, quelli del Recovery, e 24 se si chiude l’accordo di partneriato. 

Sul gas invece ancora le posizioni non convergono. Il piano di contingenza dell’Unione Europea non piace a Budapest. “Bruxelles ha fatto un altro passo verso l’economia di guerra. Una cosa è certa: la riduzione dei costi delle utenze è destinata a durare” ha sottolineato il premier Viktor Orbán.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Nell’olimpo della Dea

(articolo di Giovanni Rodolfi) – Quanti anni sono passati dalla partita contro il Malines. Quante cose sono cambiate. Quanti tifosi sono passati. Di fatto c’è