Ammutinamento. Le calciatrici spagnole in sciopero contro l’allenatore della Nazionale

Il dado è tratto e la figuraccia mondiale pure. Per la prima volta nel calcio femminile, in 15 nella Nazionale spagnola si sono ammutinate in segno di protesta contro il selezionatore Jorge Vilda. “Ci sono momenti in cui bisogna dire certe cose, anche se non è carino, per farle cambiare…. Stiamo difendendo la nostra squadra. Trasmettiamo un messaggio di insoddisfazione generale” hanno scritto alla Federazione le giocatrici.

Da parte sua il tecnico ha commentato che questa vicenda “è qualcosa che va contro l’etica dello sport e dello spogliatoio” e si è detto “deluso, arrabbiato, ferito”: “Di solito queste situazioni si risolvono nello spogliatoio. Ma sono forte e ho ancor più voglia di continuare a crescere e creare una squadra competitiva”. Un ultimo appello, quello che le campionesse “remino a favore” della Nazionale spagnola è stato, al momento, ignorato.

Paredes e compagnia non pensano di ritornare indietro, ma le giustificazioni – scarsa cura degli infortuni e nell’organizzazione delle amichevoli – appaiono deboli, almeno finchè non verranno fuori le vere ragioni dello spogliatoio. La Federazione invece è stata chiarissima: “La RFEF non consentirà alle giocatrici di mettere in discussione la continuità dell’allenatore della Nazionale e della sua squadra tecnica. Le calciatrici torneranno alla selezione solo se riconosceranno l’errore e chiederanno perdono”.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

Willem de Kooning e l’Italia

Alle Gallerie dell’Accademia  di Venezia (tutti i giorni dalle 8.15 alle 19.15, tranne il lunedì 8.15-14, aperta fino al 15 settembre) è stata inaugurata la

Residenze digitali, Amat premia un fanese

Premiata la creatività marchigiana nella quinta edizione di Residenze Digitali, una chiamata nazionale agli artisti della scena contemporanea che vogliano espandere i propri confini esplorando lo spazio

Claudio Bisio, come raccontarsi male

Martedì 23 e mercoledì 24 aprile, alle ore 21.15, salirà sul palco del teatro Rossini di Civitanova Marche un Claudio Bisio accattivante, carismatico e irriverente con La mia vita