La guerra dell’acqua tra Spagna e Portogallo

Accordi rispettati o no, è bufera sulla convenzione di Albufeira firmata 24 anni fa. Spagna e Portogallo hanno bisogno di acqua, in tempi di grandi siccità, e quel promemoria che regola i flussi idrici, entrato in vigore nel Duemila, potrebbe già essere antico.

La battaglia del Duero (versione spagnola) o Douro (così lo chiamano i portoghesi), così l’hanno soprannominata i giornali, perchè è per questo fiume – e dopo sarà la volta del Tago – che gli agricoltori iberici delle province di León, Zamora e Salamanca hanno protestato. “In tempi di siccità, non abbiamo più l’obbligo di aprire le dighe” hanno detto e il il Ministero spagnolo per la Transizione ecologica li ha sostenuti.

Alla fine si arriverà verosimilmente a un altro accordo, piuttosto scontato: la riduzione dei flussi rispetto a quelli preventivati.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di