Ungheria, il Governo chiede ai cittadini un parere sulle sanzioni alla Russia

Sulle sanzioni alla Russia e sulla loro utilità, molti i discorsi nei Paesi Ue ma il primo al muoversi è il premier ungherese, Viktor Orbán, che vuole un parere ai cittadini per sapere cosa ne pensano i cittadini al riguardo. Convinto che “solo unendo le forze possiamo porre fine all’aumento dei prezzi dell’energia”, Orbán, come parte dell’Europa, si è spesso mostrato scettico sulla strategia dell’Unione Europea che, di fatto, danneggerebbe gli stessi Paesi membri.

Quella di Fidesz, il principale partito di Governo, e del premier è una sostanziale richiesta di chiarimento all’Ue: sono convenienti le sanzioni? “Le sanzioni sono state introdotte in maniera non democratica, perché sono state decise dai burocrati di Bruxelles” è stato sottolineato nel recente passato, anche perchè “a pagarne il prezzo sono gli europei”. L’Ungheria, è bene ricordarlo, dipende dall’energia russa più di altri Paesi. 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di