I campionati di ciclismo femminili afgani? Si fanno in Svizzera. Uno schiaffo ai talebani

Sono arrivate in Svizzera da mezza Europa. Vivono in Germania, Canada, Albania e Italia le atlete fuggite dal loro Paese e dalla dittatura talebana che hanno partecipato ai Campionati Nazionali di Ciclismo femminili Afghani. 

Una meravigliosa pagina di sport in nome della libertà e la vittoria è andata a una ragazza giunta nel nostro Paese appena un anno fa – era agosto del 2021. Si chiama Fariba Hashimi (sua sorella Yulduz è arrivata al traguardo appena dopo) e ha avuto la splendida sorpresa, una volta premiata, di ricevere un’offerta per partecipare al prossimo Tour de France.

Al via anche la prima atleta afgana ad aver partecipato alle Olimpaidi, Masomah Alizada. Le partecipanti – si è corso ad Aigle – hanno lanciato in questa maniera un messaggio forte alle donne che sono ancora in Afghanistan, involontarie prigioniere della cultura medievale dei talebani al potere. Due sorelle, Najla e Karima, si sono incontrate in questa occasione dopo un anno: una vive in Canada, una in Italia.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

A Civitanova l’antologia di Sauro Cecchi

Dal 21 aprile al 5 maggio, l’ex chiesa di Sant’Agostino di Civitanova Alta ospiterà “Antology”, la mostra dell’artista marchigiano Sauro Cecchi, patrocinata dal Comune di