Germania, sarà un inverno duro. E il Governo “chiama” gli immigrati

Forse le nuove norme sulla cittadinanza e sull’autodeterminazione faranno dimenticare le brutte prestazioni dell’economia. Ma c’è un nesso fra le due cose? Sì, perchè al made in Germany servono sempre più gli immigrati, almeno 400mila all’anno. E allora ecco spuntare la legge che basteranno cinque anni di residenza anzichè otto per acquisire la cittadinanza. In un Paese in cui “qualsiasi speranza che il settore dei servizi possa salvare l’economia della Germania è evaporato” e il calo è peggiore di quanto preventivato, meno 1%, può servire anche il “progresso socio-politico”, così l’ha definito il ministro della Giustizia, Marco Bushmann, di un’altra legge, quella per cui per il cambio di sesso (di “gender”) sarà sufficiente una semplice domanda all’anagrafe del Comune di residenza e attendere tre mesi. Come avviene in Spagna. Il Bundestag dovrà ratificare, ma intanto il primo effetto è garantito: invece che di recessione in Germania si parla di questo.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
On Key

Related Posts

“Una noche con Sergio Bernal” a Fermo

Si illumina Villa Vitali, a Fermo, con il ballerino spagnolo Sergio Bernal. Civitanova Danza – festival dedicato al maestro Enrico Cecchetti, realizzato su iniziativa di Civitanova Marche, dell’Azienda Teatri di

Lasciate sbocciare i cento fiori

E’ stata inaugurata la mostra d’arte “Lasciare sbocciare i cento fiori” (da una famosa frase di Mao): verrà ospitata all’auditorium Sant’Agostino di Civitanova Alta. Il percorso esplora